Pregi e difetti del Macbook




Ho visto che una nota catena commerciale di prodotti tecnologici ha rimesso in vendita il Macbook bianco unibody in policarbonato sottocosto, sicuramente perché è da poco uscito l’aggiornamento del notebook con un potenziamento di alcuni componenti (con anche un rialzo del prezzo) e vorranno finire le scorte vecchie.
Mi sembra strano constatare che l’offerta riporta lo stesso prezzo che ho pagato sei mesi fa nello stesso posto!
In parte è bello sapere che il mio notebook non sia deprezzato, ma la verità è ben altra perché dovrebbe essersi deprezzato per forza, considerato il settore, che rende sorpassato un modello in un paio di mesi. A mantenere questi prezzi è la Apple con la sua politica elitaria. Ciò non toglie che se uno vuole comperare un notebook della Mela questa è un'occasione conveniente.

Per aiutare a scegliere chi è interessato all’acquisto riporto pregi e difetti che ho riscontrato e così esplicito anche la mia opinione su questo prodotto con un alto grado di qualità, ma con dei limiti sostanziosi.


PREGI

pregi mac
  • Bello
    C'è poco da dire molto bello da vedere, con una linea molto pulita. Io in realtà preferisco molto di più i colori del Macbook in alluminio, il grigio e il nero sono meno delicati e più discreti alla vista, il problema è che l'alluminio trasferisce bene il calore e, se andate a toccare con mano, si sente la differenza fra le due soluzioni.

  • Il touchpad
    Il migliore che abbia mai provato, ad un livello di comodità e funzionalità che sfiora il mouse grazie alle funzionalità multitouch e talvolta è più pratico usarlo senza mouse per liberare una delle due porte Usb.

  • Lo schermo
    Si sa già che è un tredici pollici, usandolo io sento la mancanza del più ampio respiro che permette un quindici, ma è uno schermo a led di qualità, con colori caldi, praticamente caratteristici dei Mac, e ovviamente permette una dimensione più contenuta e una migliore portabilità.

  • È silenzioso
    La ventola praticamente non si sente, l’unico rumore leggero viene dal disco fisso (v.di come avere un Macbook ancora più veloce e silenzioso).

  • Si mantiene fresco
    Rispetto al modello in alluminio mantiene una temperatura più fresca nella zona di appoggio dei polsi. Aspetto da non trascurare specie per il periodo estivo.

  • Buona durata della batteria
    Buona la durata della batteria che fa circa 4 ore e mezza di "utilizzo ufficio" con wi-fi attiva e circa 5 ore e mezza con wi-fi spento (v.di accorgimenti per mantenere sana la batteria).

  • Tastiera dal buon feedback
    I tasti ad isola sono di ottima fattura e con una puntale risposta, peccato che manchino tasti che sono abituato ad usare come "Canc", "Pag su" e "Pag giù". Il loro effetto è ottenibile come combinazione con il tasto FN, ma facendo perdere la comodità e la praticità della loro presenza fisica.
    Piccola osservazione: alcuni tasti sul lato sinistro fanno un rumore leggermente diverso, più sordo, durante la battitura, ma comunque è la migliore tastiera che abbia mai usato.



DIFETTI

difetti mac
  • Si sporca sotto
    La superficie inferiore del notebook è di un materiale leggermente gommato che ha il vantaggio di rendere più stabile l'appoggio del notebook, ma il difetto di sporcarsi facilmente.

  • Lettore CD-R rumoroso
    Fastidioso ascoltare un cd musicale sul Macbook, il rumore del lettore è più forte dei notebook HP che ho avuto, non ha il sistema che quando individua il contenuto multimediale rallenta la rotazione per essere silenzioso. Apple ha scelto per noi la necessità di copiare il contenuto sul disco o importarlo su iTunes per usufruirne in comodità. Diverso accade se si guarda un DVD: la rotazione rallenta e la visione risulta confortevole, ma ogni 1o minuti fa una lettura rumorosa. (Qui per una soluzione!).

  • Carente nella connettività periferiche
    Per un notebook solo due porte usb sono veramente poco considerato che non c’è neppure il lettore di schede SD. Pensare che anche i netbook da 250 euro hanno 3 porte usb e lettore di schedine SD.

  • Bordi “taglienti”
    Questo mi ha stupito, incredibile che una cosa del genere non sia stata curata considerata l’attenzione al design che contraddistingue la Apple. Gli spigoli della superficie interna non sono arrotondati e se usate il touchpad per un po’ il vostro polso se ne accorgerà.
    Ho visto sul web che nei modelli in alluminio c'è chi è andato giù di lima per arrotondarli, ovviamente una soluzione da non adottare in questo modello di plastica. Io ho ripiegato con una soluzione non molto bella dal punto di visto estetico ma abbastanza pratica.

  • Sistema operativo "stitico"
    Mi aspettavo qualcosina di meglio dal super osannato Mac OS.
    Per ogni cosa un po’ “particolare” serve un programma aggiuntivo: volete il classico “mostra desktop” per accedere in un clic alla scrivania? Dovete installate un programma.
    Trovo scomoda in generale tutta la gestione finestre basata su exposè, per arrivare alla finestra che ti interessa devi fare un passaggio in più rispetto al sistema classico di Windows che ti permette con un colpo d'occhio di individuare la finestra sulla barra e cliccarci direttamente. Incredibile poi che non si possa tenere la barra del dock in ultimo piano o la tieni visibile riducendo l'area disponibile per le finestre o la imposti perché si nasconda però poi devi attendere ogni volta che venga fuori perché non è istantanea.
    In generale ogni personalizzazione è problematica, l’idea alla base è che qualcuno ha già deciso cosa deve andarti bene e tu devi "scoprirlo".
    Attenzione poi a Spotlight, l'applicazione che indicizza i file, è un tormento se si usa la penna Usb in diversi sistemi operativi. Si può correre ai ripari con questo trucco: evitare i file di sistema di MacOs su Usb.

DA RICORDARE ANCHE

- Con gli stessi soldi di un Macbook si possono prendere notebook con hardware ben più prestante.
- La comunità degli utenti Apple è molto autoreferenziale e con scarsa capacità di autocritica. Troverete facilmente gente che "mostra", ma difficilmente gente che aiuta in problemi specifici e se provate a far notare dei difetti quasi sicuramente avrete a che fare con un atteggiamento giustificazionista aprioristico.
Per farvi un'idea potete guardate su You Tube i video degli utenti Mac, più che utenti sono fans e adepti, li vedrete invasati, ipnotizzati dai "miracoli" della Mela o in adorazione del messia Steve Jobs.


CONSIDERAZIONI PERSONALI FINALI

Sono contento di aver potuto finalmente provare con mano un Macbook, possiede alcune caratteristiche importanti fra quelle che dovrebbe avere il mio notebook ideale.
L'aspetto che mi ha convinto meno è il sistema operativo, o meglio, mi aspettavo di più. Chi ha provato Linux sa bene che lì le possibilità di personalizzazione sono infinite, con un Mac appena ti muovi un po' e cerchi di metterci le mani cozzi contro i suoi paletti facendoti sentire con le mani legate.
Il Mac rispetto a Linux può però contare su un sistema operativo plasmato sulle componenti hardware. Infatti se si installa Ubuntu su questo Macbook funziona, ma con effetti spiacevoli come l'innalzamento della temperatura di alcune componenti e una minore durata dell'autonomia a batteria.

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma se prima di scrivere lo avresti usato per un po e avresti imparato ad usarlo non sarebbe stato meglio? Invece di scrivere cavolate ?

Anonimo ha detto...

"e se provate a far notare dei difetti quasi sicuramente avrete a che fare con un atteggiamento giustificazionista aprioristico."

Il commento di sopra ne è una prova!
ahahah

Qualitativamente ha detto...

@Anonimo 1

Guarda che la forma verbale corretta è "Se prima di scrivere lo avessi usato un po'" non "lo avresti un po" (pure senza apostrofo). Vedi te chi scrive cavolate...

Poi, se tu avessi letto bene il post, avresti potuto fare una figuraccia in meno: c'è scritto che ho fatto l'acquisto 6 mesi fa (a dicembre del 2009 per la cronaca) direi che per un sistema operativo che si autoproclama semplice è un tempo più che abbondante per imparare ad usarlo e metterlo alla prova.
Un saluto macaco

Anonimo ha detto...

Io uso i due sistemi operativi da 14 anni.... non capisco cosa intendi per il "mostra desktop".... lo accendi ed il desktop é li, minimizzi le icone e il desktop é lì... se vuoi una panoramica dei programmmi e documenti basta cliccare su HD.... la barra delle applicazioni e il dock si equivalgono.... per una cosa ti dò ragione che il dock fisso da noia soprattutto quando sotto si infila un documento e lo devi spostare per poter aprire il file... e che occupa maggior spazio rispetto alla barra strumenti di Windows, perché non si può minimizzare.... Per quanto riguarda linux, che conosco poco ma che ho provato! devi avere una buona conoscenza di programmazione per personalizzarlo come dici tu.... e non incasinare tutto... parlo per esperienza personale... certo ha i suoi vantaggi, in leggerezza e personalizzazione ma non é per tutti.... o te ne indenti o é meglio che lasci stare, se ad ogni modifica sbagliata devi ricominciare tutto da capo....
Come vedi li ho provati tutti e non ti dico che uno é migliore dell'altro perché ogni sistema operativo ha i suoi pregi e difetti, dipende da che uso si fa della macchina... e dalle capacità dell'utente.

Qualitativamente ha detto...

Io uso 3 sistemi operativi: Windows da 18 anni, Linux-Ubuntu da 4 e Mac da 8 mesi. Se tu usi da 14 anni Windows è preoccupante che non conosca la classicissima icona che compare a fianco dello Start e che si chiama "mostra desktop": ci clicchi, riduce tutte le finestre e passi al desktop pulito; con un altro clic tornano le finestre, oppure puoi riaprire solo quelle che vuoi.
Su Mac c'è l'opzione "scrivania" e tramite exposè o combinazione di tasti o quattro dita in su sul trackpad, ti lascia i bordi delle finestre aperte sui lati e non puoi spostare un file dal desktop, tenendo premuto, e portandolo in una delle finestra.

La cosa più simile al mostra desktop di Windows e Linux è scaricare e installare l'applicazione "show desktop" che però non funziona allo stessa identica maniera ed rimane un passo indietro.

Il dock di Mac è inferiore a quello che si può installare su Windows.

Per quanto riguarda Linux cosa intendi per personalizzare come "dico io"?
Io ho scritto che le personalizzazione sono infinite. Un ragazzino in due clic può modificare temi ed icone di Ubuntu, senza fare danni, e stravolgendo l'aspetto in 30 secondi. Questo è il minimo come possibilità di personalizzazione ma è già tantissimo confrontato con Mac OS.

P.S.
Curiosità: per favore mi spieghi cosa sarebbe "basta cliccare su HD" non ho capito cosa intendi?

Anonimo ha detto...

condivido tutto le osservazioni fatte.
La verita' e' che Apple si sta comportando male come Microsoft: impone le proprie regole e tratta l'utente da cretino, dicendogli cosa e come deve usare i prodotti Apple; ma soprattutto ha creato il trend "Apple e' bello".
E' giusta l'osservazione del costo: con gli stessi soldi di una macchina Apple compri hardware ben piu' prestante. Sull'affidabilita' e la stabilita' andrebbe detto che fra Macintosh e Windows (le versioni vecchie) vince Mac, ma fra Mac e una qualunque release di Linux le cose cambiano parecchio.
Direi che un Apple e' la macchina perfetta per chi vuole fare poche cose (o tante piccole minchiate) senza avere problemi.
Apple e' sostanzialmente un oggetto che va di moda.

Anonimo ha detto...

Io utilizzo Mac da 2 anni e Windows da ben 15, l'ho visto nascere e crescere, lo utilizzo fin da ragazzino, quando uscì il primo 3.0. Sono convinto di una cosa, Microsoft ha portato il pc nel mondo, Mac ne ha usufruito portando la qualità, di cui poi (e si vede anche nell'ultimo Windws 7) ne ha usufruito anche Microsoft.
I due sistemi si aiutano a vicenda. Ma laqualità estetica e di contenuto, sia software che di componentistica hardware è di Mac, a mio avviso.

martine z z z ha detto...

sei un ignorante

Qualitativamente ha detto...

@Martine
Come non darti ragione leggendo le tue riflessioni colte...

Anonimo ha detto...

Concordo sul discorso Linux/Ubuntu, ormai è un s.o. bello e completo, molto personalizzabile e facile da usare oltre che sicuro, lo uso da due anni anch'io.
MacOs appartiene alla serie del fai come dico io e basta, Apple ha fatto dell'estetica il suo vero punto di forza, mette hardware assolutamente normale e te lo fa pagare a peso d'oro, peró c'è da dire che come idee innovative è avanti, vedi Ipad che ha rivisto il concetto di tablet ecc. ecc.
Winzozz resta il principale s.o. per gli smanettoni, in genere l'evoluzione delllo smanettone winzozziano è passare a Linux.