Cuffie wireless Sennheiser HDR 120 II

Sennheiser-HDR-120-II
Ricevute come regalo, appena scartate, mi erano sembrate una gran bella cosa, l'idea di poter ascoltare la musica senza fili d'intralcio e con la possibilità di spostarsi per la casa era una comodità allettante.
Alla fine invece ho dovuto – con molto dispiacere – usare queste belle cuffie raramente, ora vi spiego perché.

Il modello di cuffie wireless di cui parlo sono le Sennheiser HDR 120 II e come soluzione per la trasmissione senza fili usa le frequenze radio (dichiara un'estensione fino a 100 metri!).
In pratica dopo aver avviato una fonte audio a cui è collegata la base (che richiede una alimentazione autonoma) tramite jack da 3.5 mm (ma è presente anche l'adattatore per l'attacco più grande da 6.3 mm) si accendono le cuffie e con una rotella posizionata sulla destra si regola il volume con un'altra, poco sotto, si cerca la frequenza giusta; in caso di disturbi si può cambiare il canale dalla base.

sennheiser-hdr-120-canale-radio-frequenza

Il primo problema è la paranoia di trovare il punto in cui si sente meglio, le cuffie sono di qualità e si sente veramente tanta differenza: piccoli spostamenti del sintonizzatore cambiano proprio la resa acustica.
Un'altra seccatura è che può intercettare qualche altro dispositivo. A me è capitato di sentire un film che facevano su Sky e non avevo Sky (ma capito il film ed essendo curioso avevo cercato sulla guida TV la corrispondenza). Non so spiegarvi come mai, se fosse dovuto a un'interferenza temporanea o ci fosse qualcuno che usava lo stesso tipo di cuffie in un raggio di 100 metri. Ovviamente basta cambiare frequenza, certo che per la privacy non è il massimo.
Una volta trovato il punto che si ritiene più buono si inizia ad ascoltare la nostra musica, o il nostro film, e tutto pare molto bello.
Dopo circa una mezz'ora ecco che scatta il mio "dramma": mi inizia a salire mal di testa e una leggera nausea! (una sensazione simile al mal di macchina).
Finora non le ho mai usate per una durata maggiore di un film da un'ora e mezza. Evidentemente le onde radio che arrivano alle cuffie sono troppo forti e infastidiscono il mio cervello, e c'è poco da fare arriva il momento che devo spegnerle per forza. Dovrei provare a vedere se tenendo più lontana la base cambia l'effetto.

sennheiser-hdr-120-cerca-frequenza-volume

Ci sono altri quattro aspetti che voglio sottolineare, due positivi e due negativi:
+ L'audio è veramente molto buono, nettamente migliore delle Sennheiser HD 201, in confronto il suono riprodotto è decisamente più ricco, corposo e sfaccettato.
+ Il sistema di ricarica delle cuffie (autonomia dichiarata 20 ore) è semplice e comodo: funziona ad induzione, basta appoggiarle nella sua base per far partire la ricarica, insomma quasi wireless anche la ricarica.
- In mancanza di suono prodotto viene emesso un rumore di fondo fastidioso fino a quando non si riprende l'audio o si disattivano.
-  Quando ho i capelli corti a me le cuffie tendono a scendere se abbasso la testa. Nessun problema se usate da seduto per guardare un film, ma se le uso leggendo un libro, quindi con la testa rivolta verso il basso, pian pianino mi calano. La colpa oltre alla mia testolina è del sistema piatto della cuffia (di per sé comodo per l'orecchio), non a conchiglia come molti modelli e quindi non avendo uno "scalino" non ha molto grip.

sennheiser-hdr-120-padiglione-piatto-on-off

Concludendo, so che ci sono altre cuffie che usano il bluetooth come tecnologia wireless, non ho esperienze su quelle di questo tipo pertanto non so dire se mi eviterebbero il malessere, fatto sta che queste cuffie wireless "suonano" molto bene, ma non posso sfruttarle quanto vorrei.
Mi domando se sia una mia particolare sensibilità o se sia il tipo di sistema a nascondere qualche pericolo per la salute.

Alcune caratteristiche tecniche 
Frequenza: 22 - 19500 Hz
Impedenza: 24 Ω
Sensibilità: 106 dB

1 commenti:

Pino Manu ha detto...

identica sensazione anche a me